Firenze e le sue leggi

Dissacratori, sarcastici, un po’ cinici ed eternamente incontentabili, i Fiorentini hanno sempre avuto da ridire su chi avesse la pretesa di imporre loro delle regole, fossero Principi, Re o bellicosi frati. Leggi sul lusso, sulle dogane, sulle prostitute e persino su che cosa mettere in tavola: nella Firenze antica c’è stata una legge per tutto, un po’ per la brama di controllo comune a tutti i potenti, un po’ per l’ingegno tipicamente fiorentino che fa vedere il mondo in una prospettiva originale. In questo libro andremo alla scoperta delle tracce più curiose lasciate nella storia di Firenze, nelle sue strade e nei suoi monumenti, dalle istituzioni e dalle leggi del tempo che fu, ingegnose ed implacabili, come implacabile e ingegnoso è l’indomito spirito fiorentino, da duemila anni essenza di una città che vuole essere unica al mondo.